Wednesday 21 February, 2024
HomeStoria e tradizioneDa Cupramontana alla Madonna della Grotta, lo storico pellegrinaggio

Il mese di Maggio, nella tradizione cattolica, è il mese mariano, cioè dedicato ai festeggiamenti della Madonna.

La parrocchia di Cupramontana, domenica 21 maggio, come è ormai tradizione da decenni e decenni, organizza il pellegrinaggio a piedi al Santuario della madonna della Grotta di Precicchie.

Il santuario si trova nei pressi dell’antico castello di Precicchie, nel territorio di S. Giovanni e sorge all’interno di una grotta naturale. L’origine di questa forte devozione mariana, secondo la tradizione, sta nell’apparizione della Vergine a un pastorello del luogo.

Da allora è luogo di pellegrinaggio per la popolazione proveniente dai paesi della Vallesina: Cupramontana, Apiro, Cerreto d’Esi, Fabriano, Castellaro, Castelletta che ripercorrono, nelle domeniche di maggio, i ripidi sentieri per recarsi in preghiera in questo luogo impervio.

La prima notizia su questo luogo risale in una bolla papale compilata da Urbano IV nel 1372. Dell’antica struttura oggi si possono vedere soltanto i resti di un affresco risalente alla prima metà del XV sec. raffigurante la Vergine con il Bambino. Oggi, accanto al dipinto, è collocata un’immagine lignea della Madonna Ausiliatrice

Altra testimonianza miracolosa di questo luogo risale agli inizi del ‘900: sembra che un muratore, mentre stava effettuando lavori di restauro, cadde nel precipizio sottostante al Santuario, rimanendo illeso. I compagni accorsi in suo aiuto, vedendolo sano e salvo, gli chiesero che cosa gli fosse successo ed egli raccontò: “mentre stavo cadendo ebbi l’impressione di essere sostenuto da una forza misteriosa e mi sembrò di cadere come su di un sacco di lana: in quel momento mi apparve una Donna che mi prese per mano e mi disse: Alzati, non ti sei fatto niente”.

Il quadretto ex-voto, su tavoletta dipinta da mano inesperta, appeso alla parete di fondo del Santuario, mostra la Madonna nell’atto di salvare il poveretto, donato poi in segno di riconoscenza e devozione alla Vergine.

Per quanti volessero partecipare al pellegrinaggio l’appuntamento è per le ore 6 a San Bartolomeo di Cupramontana, sosta per le ore 8 a Sant’Urbano e alle ore 9.30 a Domo. Arrivo previsto per le ore 11.15 al Santuario con celebrazione eucaristica.

Programma pellegrinaggio Madonna della grotta, Cupramontana
Autore

Cristiana Simoncini

Laureata in Lettere moderne, specializzata in valorizzazione e comunicazione dei beni culturali, è iscritta all’ordine dei giornalisti dal 2007 ed ha collaborato per svariate testate giornalistiche. Autrice di diversi libri di storia locale, è membro del comitato di redazione della Rivista “Quaderni storici Esini”. Attualmente lavora come operatrice di patronato.