Wednesday 21 February, 2024
HomeIn evidenzaPallamano, vittoria della Macagi sui campioni in carica del Fasano

Un successo la 14esima giornata, termina 25-24 il recupero di Serie A Gold tra Macagi Cingoli e Sidea Fasano, campione d’Italia

La Macagi Cingoli ci prende gusto e batte anche i campioni d’Italia della Sidea Fasano. I ragazzi di Palazzi, infatti, hanno vinto 25-24 al PalaQuaresima il recupero della 14^ giornata di Serie A Gold di pallamano. Con il secondo successo consecutivoStrappini e compagni escono momentaneamente dalla zona play-out, superando in un colpo solo Eppan e Albatro Siracusa.

Primo tempo

La gara è stata caratterizzata da tanti errori da entrambe le parti: alla fine la differenza l’ha fatta l’ottima fase difensiva dei cingolani. Knezevic apre le marcature, ma Shehab, Ciattaglia e Codina, con la complicità di Mihail attento sul capocannoniere del campionato, portano la Macagi sul 3-1. Sul 4-2, Fasano mette a segno un break di 0-3 con doppio Cunha e Knezevic, con in mezzo la traversa di Codina, parziale sul 4-5. Somogyi e Strappini ristabiliscono il +1, ma dall’altra parte Angiolini e Torbjornsson fanno 6-7.

Codina Vivanco pareggia, tuttavia la Sidea mette in fila un break di 0-4 firmato doppio Knezevic, Cunha e Angiolini e si porta sul 7-11. In questo frangente Leban neutralizza i tiri di Rossetti e D’Benedetto, con Mihail che non è da meno su Cunha e Angiolini. Cingoli, comunque, riesce a rialzarsi: sull’8-12 i locali trovano un 3-0 con le reti di Rossetti (in acrobazia su lancio millimetrico di Mihail da fondo campo), Strappini e Codina dai 7 metri, per l’11-12 che chiude la prima frazione. In questo frangente Angiolini colpisce una traversa, mentre Mihail ipnotizza Torbjornsson.

Secondo tempo

Nella ripresa la Macagi difende decisamente meglio degli avversari e si porta a casa i due punti, mentre i fasanesi sbagliano troppo, soprattutto in fase di finalizzazione, anche per merito di un Mihail in giornata di grazia. Pronti-via e D’Benedetto colpisce il palo, Leban è attento su Shehab e Tornjobsson realizza il +2 (11-13). I locali si rialzano subito e pareggiano con il duo D’Benedetto-Shehab, con Mihail decisivo su Pugliese, mentre Leban ha detto due volte di no a Shehab e Strappini prima del 13-13.

Sul 14-14, Cingoli prova la fuga con Mangoni e D’Benedetto, così al 38’ il parziale è di 16-14. Cantore accorcia (16-15), Leban ipnotizza Ciattaglia e capitan Messina colpisce una traversa. La Macagi, quindi, riesce ad andare a +3 del 18-15 con le marcature di Shehab e Strappini, con in mezzo un grande intervento di Mihail su Knezevic. Al 46’ il vantaggio diventa di +4, poiché Knezevic ha mandato fuori un 7 metri contro Albanesi e Codina Vivanco non ha sbagliato il gol del 21-17.

Il finale di partita

Angiolini prova a tenere a galla la Sidea, ma sul 23-20 i cingolani possono sfruttare un’inferiorità numerica ospite per tentare la fuga. In questo frangente, invece, i locali non riescono ad affondare e, anzi, subiscono un break di 1-4 che riporta in parità la sfida sul 24-24 al 56’, grazie ai colpi di Cunha e Cantore.

Il giocatore portoghese colpisce due pali in due attacchi, uno deviato sul legno da Mihail. Poco prima dell’ultimo minuto Codina Vivanco segna il 25-24 e Mihail ipnotizza Tornjobsson. I biancorossi sbagliano l’attacco del +2 e mister Fovio, a 31 secondi dalla fine, chiama time-out per organizzare l’ultimo affondo alla ricerca del pari. La squadra pugliese, però, non è lucida, così i padroni di casa riconquistano palla e festeggiano la conquista di due punti storici.

Un’altra impresa per la Macagi Cingoli

La Macagi Cingoli vince 25-24 contro la Sidea Fasano: dopo i detentori della Supercoppa Italiana, i ragazzi di Palazzi hanno battuto i campioni d’Italia in carica nel giro di due settimane esatte. La seconda vittoria di fila di Strappini e compagni è arrivata al termine di una sfida equilibratadecisa in favore di chi ha difeso meglioLa squadra di Fovio è apparsa troppo frenetica, soprattutto nella ripresa, dipendente quasi in toto dalle giocate di Knezevic e Cunha.

I cingolani, invece, hanno disputato una partita di cuore, credendo nell’impresa dal primo all’ultimo minuto con una fase difensiva finalmente efficace. I biancorossi (oggi in maglia nera) hanno un bel regalo di compleanno al segretario Mirco Mazzieri, che proprio oggi compie gli anni: i giocatori lo hanno festeggiato in campo alla fine della gara, portandolo in trionfo.

Aaron Codina Vivanco e Filippo Angiolini si dividono la palma di top scorer con 6 reti a testa, seguiti a 5 da Cunha, a 4 da Shehab, Tornjornsson e Knezevic, a 3 da Somogyi, Strappini, Rossetti e Pugliese. Da sottolineare, inoltre, la grande prestazione di Federico Mihail, autore di grandi interventi tra i pali per tutto l’arco della sfida.

Con questi due punti la Macagi Cingoli sale all’ottavo posto con 12 punti, superando Eppan (11) e Albatro Siracusa (10). Si torna in campo già sabato 10 febbraio, poiché i biancorossi sfidano al PalaQuaresima il Trieste, undicesimo a 8, per la gara della 16^ giornata: uno scontro diretto fondamentale nel cammino verso la salvezza dei cingolani.

Tabellino

Macagi Cingoli 25-24 Sidea Fasano (11-12)

Macagi Cingoli: Mihail, Albanesi, D’Agostino 1, Ciattaglia 2, Shehab 4, Ottobri, Mangoni 1, Somogyi 3, Bordoni, Latini, Strappini 3, D’Benedetto 2, Rossetti 3, Compagnucci, Gigli, Codina Vivanco 6. All. Palazzi

Sidea Fasano: Leban, Ciaccia, Torbjornsson 4, Angiolini 6, Amato, Pugliese 3, Messina, Boggia, Gallo, Cantore 2, Cunha 5, Beharevic, Knezevic 4, Corcione. All. Fovio

Arbitri: Bertino-Bozzaniga

Foto di Doriano Picirchiani

Autore

Comunicato Stampa