Thursday 30 May, 2024
HomeIn evidenzaLa Vuelle Pesaro non si arrende e continua a credere nella salvezza

Non c’era maniera migliore per festeggiare le 400 panchine in serie A di coach Sacchetti: la squadra “regala” al tecnico una buona prestazione che alimenta le speranze per una salvezza ancora possibile.

Pesaro in controllo del match per quasi tutto il tempo, a parte le battute iniziali, nelle quali la squadra ospite ha dato l’impressione di poter tentare il colpaccio.

Con il passare dei minuti la Vuelle ha preso in mano l’inerzia del match, soffrendo il ritorno dei toscani, praticamente solo nel quarto finale, quando Ogbeide in contropiede ha segnato il canestro del -2.

È stato il primo vero momento di seria difficoltà per i pesaresi; di Mazzola (2/2 dalla lunetta) l’immediata risposta, che ha ristabilito i due possessi di distanza, prima della tripla dello stesso Mazzola, che ha chiuso il match.

CARPEGNA PROSCUTTO PESARO-ESTRA PISTOIA 89-82 (29-16, 21-24, 27-24, 17-18)

Carpegna Prosciutto Pesaro: Mcduffie 11 (5/10, 0/2), Bluiett 8 (2/5, 1/2), Visconti 8 (1/1, 2/4), Foreman 16 (7/11, 0/4), Ford 0 (0/1, 0/1), Maretto ne, Tambone 9 (1/3, 2/4), Cinciarini 6 (2/6, 1/1), Mazzola 17 (1/1, 4/5), Fainke ne, Love 10 (5/6, 0/0).

Tiri liberi 11/15 – Rimbalzi 35, 12+23 (Macduffie 9) – Assis 16 (Cinciarini 8)

Estra Pistoia: Willis 17 (5/9, 2/5), Della Rosa 5 (0/0, 1/3), Moore 15 (2/6, 2/7), Metsla ne, Saccaggi 0 (0/1, 0/0), Del Chiaro 2 (1/2, 0/0), Dembele ne, Varrado 6 (2/3, 0/4), Wheatle 12 4/6, 1/4), Hawkins 7 (2/5, 1/3), Ogbeide 18 (8/8, 0/0).

Tiri liberi 13/14 – Rimbalzi 34, 7+27 (Ogbeide 9) – Assist 12 (Moore 8)

Arbitri: Giovannetti, Perciavalle, Dori

(foto dalla pagina Facebook della Vuelle Pesaro)

Autore

Giancarlo Esposto

Giornalista iscritto all’Ordine dei Pubblicisti dal 1985 – tessera n. 52020 - e scrittore. Ha all’attivo numerose collaborazioni con emittenti radio-tv e giornali su carta e online. Nel 2010 ha ricevuto la medaglia d’argento per i 25 anni di iscrizione all’Ordine, nel 2020 era nell’elenco dei premiati del Premio Giornalistico Nazionale Giuseppe Luconi. Come scrittore, dopo alcune pubblicazioni di sport, relative alla sua attività giornalistica e dedicate al vernacolo, si è dedicato alla narrativa, pubblicando 5 romanzi; il più recente "Anagramma di donne". Pochi mesi fa ha pubblicato il libro "Dal taccuino di un cronista", racconti di oltre trent'anni di giornalismo. Sportivo praticante fino a poco tempo fa, è stato sposato, vive con suo figlio, un cane, tre gatti e una tartaruga. Inoltre è parte attiva all’interno dell’Agenzia assicurativa Jesi 2.000. Una delle sue frasi preferite: “La letteratura, come tutta l’arte, è la confessione che la vita non basta.” (Fernando Pessoa).