Wednesday 21 February, 2024
HomeMarcheAttualità MarcheMarche, aggiornamenti maltempo: oltre 200 interventi in 24 ore

Le intense precipitazioni non intendono arrestarsi, previste piogge anche nelle prossime ore. Nel territorio marchigiano 200 i vigili del fuoco impegnati nei soccorsi, 70 automezzi e più di 200 interventi nelle ultime ventiquattr’ore. Aggiornamenti sul maltempo nelle province marchigiane

Anche la Regione Marche sotto l’attacco delle ingenti piogge, che hanno causato inondazioni, allagamenti e disagi in vari comuni del territorio. Maggiori criticità tra le province di Ancona, Macerata e Pesaro Urbino. In supporto ai dispositivi di soccorso locale, inviati dal Centro Operativo Nazionale dei vigili del fuoco – registi in ogni emergenza nazionale – dei rinforzi necessari in assetto alluvionale dalle regioni Lazio e Toscana.

Nel video sottostante, preso dal canale ufficiale dei Vigili del Fuoco, l’intervento nel comune di Belmonte Piceno, in provincia di Fermo, dove l’equipe dei vigili del fuoco sono intervenuti questa mattina sulla strada provinciale 45 per soccorrere due persone che erano rimaste bloccate con la loro autovettura tra due frane in movimento.

intervento vigili del fuoco a Belmonte Piceno (FM), canale Vigili del Fuoco

La situazione sul nostro territorio non è certamente paragonabile a quella che stanno attraversando le popolazioni emiliane e romagnole, ma anche le Marche stanno attraversando questi momenti con terrore e tantissima paura.

I fiumi finora hanno retto, ma le precipitazioni della notte e di questa mattina fanno salire preoccupazioni a Senigallia, per il livello del Misa. Nella tarda mattinata il maltempo si è leggermente attenuato, ma i problemi continuano a persistere.

Una quindicina gli sfollati a Senigallia, mentre una decina a Pesaro, una ventina invece questa mattina nella provincia di Fermo. Il sindaco di Monte Grimano Terme, Elia Rossi, per motivi precauzionali, ha spostato in un albergo una cinquantina di persone di un centro protetto residenziale. Costante il monitoraggio anche della situazione nella zona montana, dove le frane sono continue, in particolare ad Auditore e Sassocorvaro.

Caos alla linea ferroviaria Adriatica

Caos delle linee ferroviarie. La cancellazione di treni ad Alta Velocità e Intercity sulla linea Adriatica, causa maltempo, ha colpito anche la stazione di Ancona, dove lunghe le file formatesi alle biglietterie. Si tratta di passeggeri diretti al nord, verso Bologna e Milano, che hanno visto la cancellazione dei loro treni.

In molti si chiedono se ci saranno tragitti alternativi, altri il rimborso dei biglietti per tornare ai luoghi di provenienza. Al momento, Trenitalia fa sapere che 17 sono i treni cancellati – 12 Frecciarossa e 5 InterCity – mentre una ventina di convogli hanno subito limitazioni o inviati su percorsi alternativi.

Senigallia

La preoccupazione per una possibile inondazione del Misa cresce a causa delle precipitazioni e dell’innalzamento del fiume Nevola. A Senigallia aumenta la paura. L’assessore Aguzzi ha monitorato i livelli del fiume in mattinata, i quali sono tornati a scendere. La situazione Misa interessa Pianello di Ostra, da dove era partita lo scorso settembre la terribile alluvione.

Il primo cittadino Olivetti fa sapere che “I due corsi d’acqua, Misa e Nevola, sono costantemente monitorati, anche il reticolo minore, sebbene stressato dall’intensa pioggia, al momento non presenta criticità“.

Nella notte, l’intensa pioggia è caduta sulla Provinciale Arceviese, critiche le zone tra Borgo Passera e il Vallone, dove il fango si è depositato lungo la carreggiata, che è stata però ripulita e la strada è tornata percorribile. Restano chiuse alcune strade e sottopassi. Da questa mattina al lavoro i mezzi per la pulizia delle strade per riportare la viabilità alla normalità. L’allerta meteo ancora c’è e il Centro Funzionale della Regione Marche ha previsto ancora precipitazioni per la giornata di oggi.

Pesaro

Casello autostradale dell’A14 chiuso in direzione Bologna. Il primo cittadino Ricci lo aveva annunciato: chiesto lo stato di emergenza dopo gli allagamenti di ieri con tanti sottopassi e strade chiuse. Esondato il torrente Genica, mentre la piena del fiume Foglia è transitata. Colpiti interi quartieri che sono finiti sott’acqua.

Fermo

Ultimi aggiornamenti anche dal Fermano dove la viabilità ha criticità a cause di continue frane, alberi caduti e tronchi in mezzo alla carreggiata. E’ franata una collina nel Fermano, cinque famiglia sono state evacuate a Grottazzolina. Ieri alle ore 22 circa ci sono state le prime segnalazioni che sono proseguite sino alla mattina di oggi. Sul posto i vigili del fuoco che stanno lavorando con grande sforzo e impegno: doppi turni e una ventina di interventi. I più importanti sono sulla strada provinciale 45 e nel comune di Belmonte Piceno.

Macerata

Nel Maceratese, Potenza è a rischio esondazione. Un albero è caduto colpendo un furgone a Tolentino. Strade chiuse per continue frane ed allagamenti. L’ondata di maltempo non risparmia neanche la provincia di Macerata. Il sindaco di Montecassiano, Leonardo Catena, chiama l’allarme, invitando la cittadinanza a restare a casa.

Il livello del fiume Potenza è sulla linea rossa“, ha scritto Catena sul suo account social. “C’è pericolo di esondazione fluviale nelle prossime ore. Vi invito alla massima prudenza e nelle zone vicine al fiume a non stare al piano terra. I dipendenti comunali e i volontari della protezione civile stanno costantemente monitorando la situazione e intervenendo dove necessario“.

Continui aggiornamenti su www.capocronaca.it e sul nostro canale Instagram!

Autore

Andrea Bocchini

Classe ’98. Laureato in Comunicazione giornalistica, pubblica e d’impresa a Bologna. La mia più grande passione, il giornalismo. Scrivere, leggere e viaggiare i miei più grandi interessi. Il mio amore musicale, Fabrizio de Andre, il mio motto: “Per chi viaggia in direzione ostinata e contraria”.