Friday 19 April, 2024
HomeMarcheAttualità MarcheDonne, violenza e antimafia: Piera Aiello ospite a Teatro La Fenice

Sabato 25 novembre al Teatro La Fenice di Osimo, l’incontro organizzato dall’Associazione Legalità Organizzata, con Piera Aiello

Piera Aiello, vittima della violenza mafiosa, nonché prima parlamentare nella storia della Repubblica Italiana con lo status di Testimone di Giustizia sarà ad Osimo in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne. L’incontro, a Teatro La Fenice il 25 novembre alle ore 18.00, è stato voluto dall’Associazione Legalità Organizzata, con il patrocinio del Comune di Osimo .

Tra i suoi incarichi, Piera Aiello è stata anche componente della commissione Giustizia e della Commissione parlamentare antimafia e nel 2019 è stata inserita dalla BBC nella lista delle 100 donne più influenti al mondo. A introdurre il tema dell’evento sarà il Sindaco di Osimo, Simone Pugnaloni insieme a Ursula Signorino, presidente della Consulta Donne Pari Opportunità. Organizzatore e moderatore dell’evento è l’Avv. Roberto Catani, presidente dell’Associazione Legalità Organizzata, realtà che si è contraddistinta su tutto il territorio nazionale per aver realizzato importanti incontri e spunti di riflessione finalizzati alla promozione della Legalità quale valore indispensabile per la crescita sociale, culturale ed economica del nostro Paese oltre che nel sostegno agli imprenditori taglieggiati dalla criminalità organizzata.

La legalità inizia dalla prevenzione – spiega l’avvocato Roberto Catani la violenza fisica è solo una componente della minaccia mafiosa a cui si aggiungono l’emarginazione sociale, le violenze psicologiche e la pressione morale che si possono esercitare nei confronti dei cittadini che vogliono vivere secondo un profilo di legalità. Per questo abbiamo organizzato l’incontro con Piera Aiello, donna vittima in prima persona della violenza mafiosa. La sua storia rappresenta il riscatto di questa nostra Italia, essendo stata la prima donna testimone di giustizia. A lei va tutto il nostro riconoscimento e la mia stima personale“.

Autore

Giorgia Clementi

Nata sotto il segno del leone, cresciuta nella capitale del Verdicchio. Dopo la maturità classica al Liceo Vittorio Emanuele II di Jesi scopro l'interesse per il mondo della comunicazione che scelgo di assecondare, dapprima con una triennale all'Università di Macerata, ed in seguito con una laurea magistrale in Giornalismo ed editoria all'Università di Parma. Spirito d'iniziativa, dinamismo, (e relativa modestia), i segni che mi contraddistinguono, insieme ad un amore unico per le bellezze del mio territorio.