Friday 14 June, 2024
HomeMarcheAttualità MarcheLearning by doing, torna il progetto per i Giovani imprenditori di Confindustria

Massimiliano Bachetti, Presidente regionale dei Giovani Imprenditori: “Progetto lungimirante che fa bene sia alle imprese che agli studenti”

Il progetto si rivolge ogni anno agli studenti degli Istituti superiori e universitari delle cinque province marchigiane. Si tratta di “Learning by doing“, l’iniziativa dei Giovani imprenditori di Confindustria che, con una nuova edizione, si prepara per mettersi in contatto con i giovani ragazzi marchigiani.

L’obiettivo è quello di far incontrare l’istituzione scolastica con il mondo del lavoro, industriale, mettendo in contatto le imprese con le idee ed i valori dei giovani studenti.

Un esempio di come si possa “imparare facendo“, che nell’edizione 2023-2024 coinvolgerà le quattro Università marchigiane e l’Ufficio Scolastico Regionale. Sono le imprese stesse a proporre tematiche di loro interesse, che possono spaziare dalle analisi di bilancio e dei mercati al web marketing, dalle strategie web alla progettazione di nuovi spazi lavorativi, dal benessere del personale alla sostenibilità, fino alle start up ed all’efficientamento energetico; mentre saranno poi le scuole, o le università, ad elaborare un progetto che fornisca risposte concrete alle esigenze delle imprese.

Il bando si è aperto lo scorso 15 settembre e scadrà il 31 marzo 2024. Potranno partecipare studenti dalle terze alle quinte classi degli istituti superiori e delle università marchigiane. In primavera saranno presentati alle aziende gli elaborati finali e, a maggio 2024, una commissione tecnica valuterà i progetti decretando i vincitori.

Dalla scorsa edizione

L’anno scorso sono stati oltre 400 gli studenti coinvolti e ben 57 le proposte. 22 realizzate da 17 scuole superiori e 35 dai 4 atenei marchigiani: Università Politecnica delle Marche, Università degli studi di Urbino, di Macerata e di Camerino. “Rilanciamo un’iniziativa di successo che quest’anno tocca le 10 edizioni – commenta il presidente dei Giovani imprenditori di Confindustria Marche, Massimiliano Bachetti –. Learning by doing migliora tutti: gli studenti che hanno l’opportunità di conoscere le imprese e veder realizzate le loro idee, i docenti che possono dare sbocchi concreti al lavoro che si effettua a scuola o all’università, gli imprenditori che possono trovare spunti brillanti ed innovativi per le loro aziende. Siamo convinti che, come negli anni precedenti, arriveranno progetti di ottimo livello”.

Autore

Giorgia Clementi

Nata sotto il segno del leone, cresciuta nella capitale del Verdicchio. Dopo la maturità classica al Liceo Vittorio Emanuele II di Jesi scopro l'interesse per il mondo della comunicazione che scelgo di assecondare, dapprima con una triennale all'Università di Macerata, ed in seguito con una laurea magistrale in Giornalismo ed editoria all'Università di Parma. Spirito d'iniziativa, dinamismo, (e relativa modestia), i segni che mi contraddistinguono, insieme ad un amore unico per le bellezze del mio territorio.