Tuesday 16 July, 2024
HomeMangia e beviAcqualagna, continua la Fiera del Tartufo Bianco. Nel weekend la Gara Nazionale delle città del tartufo

La sfida tra Acqualagna, Alba, San Miniato, Isernia, Gubbio e Amandola. In giuria il critico gastronomico italiano Edoardo Raspelli

Dopo il successo di pubblico ottenuto lo scorso weekend, la 58° Fiera Nazionale del tartufo bianco di Acqualagna continua ad attirare turisti ed appassionati. Un’edizione da record, con il sold-out registrato nel giorno di Ognissanti, da sempre uno dei giorni più partecipati della Fiera. “Stiamo ricevendo tantissimi complimenti e attestati di stima per l’organizzazione della Fiera, che si presenta sempre più come un momento di eccellenza per Acqualagna e per l’intera regione Marche – afferma il sindaco Luca Lisi. Non solo come esaltazione della cucina al tartufo, ma sempre più come festival culturale del territorio e delle sue eccellenze”.

Da anni – continua – ci adoperiamo per il rilancio della figura di Enrico Mattei, nostro più illustre concittadino, che ha trovato un felice epilogo e un nuovo inizio con la sensibilità e il riconoscimento da parte della nostra Premier Giorgia Meloni”. Ed è proprio nella piazza a lui titolata che lo scorso weekend è stata festeggiata la campionessa, originaria del posto, Cinzia Signoretti, atleta della nazionale italiana, campionessa del mondo di bikejoring, nonché la corsa con il cane in bici nel bosco, dopo aver disputato la gara a Leipa in Germania, lo scorso weekend, dove hanno gareggiato migliaia di atleti da tutto il mondo. Grande successo anche per il cooking show di Daniele Patti, chef de Lo Scudiero ristorante di Pesaro, che ha portato l’uovo d’oro al tartufo bianco di Acqualagna. Un grande spettacolo in cucina in cui lo chef ha sorpreso il pubblico con un abbinamento originale e gustosissimo.

Il programma continua ora con gli appuntamenti del 4 e 5 novembre.

C’è attesa per la prima sfida nazionale delle Città del Tartufo. Un evento senza precedenti, che riunirà alcune tra le principali città testimonial del tartufo in Italia e nel mondo per aggiudicarsi l’ambito premio ‘Tartufo Award’, in collaborazione con il top sponsor Luciana Mosconi. Ospite attesissimo nel weekend sarà Oscar Farinetti, che si unirà alla celebrazione di uno dei tesori gastronomici più prelibati d’Italia. Noto per aver creato un’esperienza gastronomica senza eguali con il concept Eataly, sarà il protagonista del talk show ispirato alla sua ultima fatica letteraria “10 mosse per affrontare il futuro dell’Italia: enogastronomia e turismo”, in programma domenica 5 novembre alle ore 11.

Tartufo Award, Gara nazionale Città del tartufo

All’interno del Salotto da Gustare, il 4 e il 5 novembre, si contenderanno il Premio Tartufo Award i comuni di Acqualagna, Alba, Amandola, Gubbio, Isernia e San Miniato.

A condurre la gara Andrea Amadei (Decanter RAI Radio2), mentre, a decretare i vincitori: la giuria popolare composta dai commensali delle singole sfide e una giuria tecnica composta dai giornalisti gastronomici Veronique Angeletti, Jacopo Fontaneto, Riccardo Lagorio, Raffaella Parisi e Florio Bisello, delegato dell’Accademia Italiana della Cucina.

Presidente di giuria è Edoardo Raspelli, giornalista, scrittore, volto storico della televisione italiana, è stato l’inventore della critica gastronomica italiana, tra i precursori di quella mondiale.

La gara si strutturerà in due fasi: una prima manche in cui gli chef rappresentanti delle città si sfideranno a coppie e verranno poi valutate singolarmente; e una finale in cui le due città che ottengono il punteggio migliore (secondo la valutazione della giuria tecnica e della giuria popolare) accedono alla finale che decreterà la città vincitrice del premio Tartufo Award.

I primi a sfidarsi sabato 4 novembre, ore 12.30 al Salotto da Gustare, saranno Alba con lo chef Luciano Tona e Gubbio con lo chef Daniele Cernicchi. Altre eliminazioni si susseguranno alle ore 18 tra Acqualagna con la chef Elena Venturi e Isernia con lo chef Ermando Paglione. Domencia 5 novembre alle ore 12.30 si fronteggiano la città di Amondola con lo chef Davide Camaioni e San Miniato con lo chef Paolo Fiaschi.

Chi otterrà il maggior punteggio accederà alla Finale di domenica alle ore 18 per poi conoscere il vincitore del Premio Tartufo Award.

Autore

Giorgia Clementi

Nata sotto il segno del leone, cresciuta nella capitale del Verdicchio. Dopo la maturità classica al Liceo Vittorio Emanuele II di Jesi scopro l'interesse per il mondo della comunicazione che scelgo di assecondare, dapprima con una triennale all'Università di Macerata, ed in seguito con una laurea magistrale in Giornalismo ed editoria all'Università di Parma. Spirito d'iniziativa, dinamismo, (e relativa modestia), i segni che mi contraddistinguono, insieme ad un amore unico per le bellezze del mio territorio.