Thursday 30 May, 2024
HomeItaliaCultura Italia“Gli sbagli che fai”, il nuovo inno di Vasco che racconta una vita “Supervissuta”

Gli sbagli che fanno vivere vite “supervissute”. Il nuovo inno di Vasco che ci “prende per mano e ci racconta che niente è impossibile”

Una canzone sulla condizione umana, sempre alla ricerca di un senso per spiegarsi ciò che accade. Vasco lo aveva cantato chiaramente vent’anni fa, quando quell’unico “voglio trovare un senso a questa vita, anche se questa vita un senso non ce l’ha” iniziò a riecheggiare nelle giornate degli italiani.

Oggi, torna a cantarcelo con il nuovo singolo dal titolo “Gli sbagli che fai“. Una canzone inedita, scritta per accompagnare la serie che da mercoledì 27 settembre racconterà la vita del Komandante sulla piattaforma Netflix.

Una vita spericolata e proprio per questo “supervissuta“, che da Zocca l’ha portato nei cuori della sua combriccola.

Sono diventato quello che sono grazie agli sbagli che ho fatto“, scrive per presentare il nuovo singolo.

Il racconto inizia da una “sera passata con me“. Nasce dall’intimità che da sempre è la fonte delle sue canzoni. Quella sera diventa un viaggio all’interno di se stessi. Ed ecco, che già dal primo verso, la canzone di Vasco diventa una canzone di tutti. Il ricordo vola ai momenti nei quali, ognuno, si sarà chiesto “perché“, alla ricerca di “un senso“.

Uomini “alla ricerca di un centro di gravità permanente“, mentre i tempi cambiano chiedendoci di cambiare con loro. Tutti…

“Sempre a correre, correre, scappando da che,

Poi a chiedersi, chiedersi, sempre il perché,

per accorgersi poi che alla fine, non sempre c’è

Sempre a prendere, prendere, che non si sa mai,

a cercar di correggere, gli sbagli che fai

per accorgerti poi che alla fine, comunque lo sai

che ne rifarai”

Sono gli sbagli che fai il motore del cambiamento. La ragione per la quale si evolve e ci si trasforma. Ma anche il risultato di volontà assecondate. Chi ha paura di sbagliare non vive vite supervissute. “Non si diventa Vasco Rossi per caso“, riprendendo una frase detta dal palco dal suo ultimo concerto.

Gli artisti lo sanno. Ti “prendono per mano e ti raccontano che niente è impossibile“. E con il suo racconto da “Supervissuto” Vasco ne è testimone. Le sue canzoni raccontano storie e ti portano lontano, regalandoti la fiducia in “un mondo migliore” dove tutto è possibile.

Autore

Giorgia Clementi

Nata sotto il segno del leone, cresciuta nella capitale del Verdicchio. Dopo la maturità classica al Liceo Vittorio Emanuele II di Jesi scopro l'interesse per il mondo della comunicazione che scelgo di assecondare, dapprima con una triennale all'Università di Macerata, ed in seguito con una laurea magistrale in Giornalismo ed editoria all'Università di Parma. Spirito d'iniziativa, dinamismo, (e relativa modestia), i segni che mi contraddistinguono, insieme ad un amore unico per le bellezze del mio territorio.