Thursday 30 May, 2024
HomeItaliaAttualità ItaliaNaufragio a Crotone, Mattarella rende omaggio alle vittime

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella a Crotone per rendere omaggio alle vittime del naufragio. Gesto che rappresenta solidarietà e costernazione degli italiani per ciò che è avvenuto

Il Capo dello Stato, Mattarella, davanti alle bare bianche adornate di peluche. Un’immagine forte che ha fatto il giro del Paese.

Nella giornata di ieri, 2 marzo, infatti, il Presidente della Repubblica, ha voluto recarsi di persona, in Calabria, per rendere omaggio alle 68 vittime che, domenica scorsa, hanno perso la vita lottando nel Mediterraneo.

Prima tappa, l’ospedale pitagorico di Crotone dove Mattarella è andato a salutare i sopravvissuti al naufragio.

L’ingresso del Presidente è stato accompagnato da urla e da appelli di aiuto: “Si poteva evitare, Presidente faccia qualcosa, non ci abbandoni”.

Assieme a Mattarella, alcuni pacchi con all’interno giocattoli, sono stati consegnati ai piccoli migranti salvati dalle onde: dei peluche, una pianola, un robottino telecomandato.

In tanti nell’atrio dell’ospedale hanno applaudito per il gesto.

Il Presidente si è poi spostato alla camera ardente, allestita al Palamilone, con le 68 vittime della tragedia.

L’arrivo di Mattarella è stato sempre accompagnato da urla ed appelli che richiedevano “verità e giustizia”.

Dopo un saluto alla autorità presenti, sindaci di Crotone e Cutro, Vincenzo Voce e Antonio Ceraso, ed il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, il Capo dello Stato è entrato nel palazzetto rendendo omaggio alle vittime.

In piedi, in silenzio, davanti alle bare, in minuti di raccoglimento, Mattarella ha dato, un ultimo saluto, alle vittime. Nell’aria silenzio e una grande commozione.

Al fianco del Presidente il prefetto, Maria Carolina Ippolito.

Forte momento emotivo è stato inoltre il saluto di Mattarella ai familiari delle vittime.

All’uscita dal palazzetto le urla hanno lasciato il posto alle lacrime e agli applausi per salutare con un “grazie” poi il Capo dello Stato.

Gesto quello di Mattarella non passato sicuramente inosservato. Una commozione visibile nel suo volto nel minuto di raccoglimento davanti le bare delle vittime.

Dimenticare la tragedia di Crotone non sarà possibile. A maggior ragione dopo l’immagine di un Capo dello Stato in silenzio dinanzi a chi ha ingiustamente perso la vita.

Un Presidente rappresentante un’Italia che intende mostrare solidarietà per ciò che è avvenuto.

Una presenza muta che ha detto più di mille parole.

Autore

Andrea Bocchini

Classe ’98. Laureato in Comunicazione giornalistica, pubblica e d’impresa a Bologna. La mia più grande passione, il giornalismo. Scrivere, leggere e viaggiare i miei più grandi interessi. Il mio amore musicale, Fabrizio de Andre, il mio motto: “Per chi viaggia in direzione ostinata e contraria”.