Thursday 30 May, 2024
HomeIn evidenzaCoppa amara per le ragazze dell’Atletico Chiaravalle

In una stagione comunque da ricordare, nella quale guardano tutte le avversarie dalla vetta, le ragazze dell’Atletico Chiaravalle non sono riuscite ad andare oltre la semifinale nella final four di Coppa Italia di Genova, che, se conquistata, sarebbe stata la classica ciliegina sulla torta. È il GS Pero a conquistare il pass per la finale, battendo per 4-3 le rosanero, all’RDS Stadium di Genova.

Dopo un buon inizio che porta al vantaggio, grazie a Donati al 3’ su azione di calcio d’angolo, le ragazze di Chiaravalle hanno cominciato a subire il gioco delle avversarie. A 13’50” il portiere Moczik salva il risultato sulla conclusione da fuori di Annese; a  7’54” il Pero si rende ancora pericoloso: Attanasio sfrutta . una incertezza della difesa, stavolta è il palo a salvare la porta.

Il pareggio delle lombarde arriva a 5’ dal riposo, grazie a Cascio che approfitta di un errore su un passaggio delle avversarie. Nell’azione seguente risponde l’Atletico con Pini, ma il suo tentativo viene vanificato da Lanza. Il Pero riesce a ribaltare il punteggio, portandosi sul 2-1, a  2’38”, ancora con Cascio che trova lo spiraglio giusto,  superando Moczik.

Al rientro in campo dal riposo le lombarde si rendono di nuovo pericolose con Violi che al 4’ Violi trova il 3-1; mischia in area avversaria, la conclusione viene deviata da Donati nella propria porta. Con ancora parecchio tempo a disposizione per rimediare, l’Atletico trova una e accorcia subito le distanze con Loth, 3-2.

Le avversarie comunque continuano a impensierire Moczik, con il passare dei minuti la partita si fa nervosa, a 4’ dalla fine De Brito commette il quinto fallo; il tecnico Molinelli gioca la sua ultima carta, mettendo Moczik in movimento e in effetti un minuto dopo l’Atletico ha l’occasione giusta; Annese commette fallo di mano in l’area e il giudice di gara assegna calcio di rigore. De Brito da dischetto fallisce l’occasione per il pareggio.

Al 38’ invece è il Pero a trovare il gol, con una conclusione di Lanza a porta sguarnita. Le rosanero tenta il tutto per tutto: a 54” dalla fine Pini colpisce l’incrocio dei pali, a 6” De Brito con un colpo di testa riesce ad accorciare le distanze ma non c’è più tempo per tentare di rimediare. Finisce 4-3 per il Pero che conquista la finale contro CMB Matera, che ha battuto per l’ASD C5 Roma.

Smaltita la delusione, le ragazze di Molinelli dovranno di nuovo concentrarsi sul campionato: domenica 21 aprile saranno di nuovo in campo, sul campo del Città di Taranto.

ATLETICO CHIARAVALLE-GSPERO 3-4

ATLETICO CHIARAVALLE: Moczik, Magnanti, Donati, De Brito, Pini. A disposizione Ferroni, Cea, Loth, Taioli, Venturini, Lanzarotti. All. Molinelli

GS PERO: Lanza, Annese, Cascio, Violi, Marino. A disposizione De Oliveira, Tschuor, Attanasio, Ribeiro, De Stefano. All. Agosti

RETI: 3’pt Donati, 15’pt Cascio, 18’pt Cascio, 4’st Donati (autogol) 5’st Loth, 18’st Lanza, 6”st De Brito

Arbitri: Azzarà di Reggio Calabria, Paladini di Roma.

Autore

Giancarlo Esposto

Giornalista iscritto all’Ordine dei Pubblicisti dal 1985 – tessera n. 52020 - e scrittore. Ha all’attivo numerose collaborazioni con emittenti radio-tv e giornali su carta e online. Nel 2010 ha ricevuto la medaglia d’argento per i 25 anni di iscrizione all’Ordine, nel 2020 era nell’elenco dei premiati del Premio Giornalistico Nazionale Giuseppe Luconi. Come scrittore, dopo alcune pubblicazioni di sport, relative alla sua attività giornalistica e dedicate al vernacolo, si è dedicato alla narrativa, pubblicando 5 romanzi; il più recente "Anagramma di donne". Pochi mesi fa ha pubblicato il libro "Dal taccuino di un cronista", racconti di oltre trent'anni di giornalismo. Sportivo praticante fino a poco tempo fa, è stato sposato, vive con suo figlio, un cane, tre gatti e una tartaruga. Inoltre è parte attiva all’interno dell’Agenzia assicurativa Jesi 2.000. Una delle sue frasi preferite: “La letteratura, come tutta l’arte, è la confessione che la vita non basta.” (Fernando Pessoa).