Thursday 30 May, 2024
HomeAttualitàMontecarotto e le vie del tempo: inaugurazione di due orologi monumentali

A Montecarotto, sabato 16 settembre alle ore 17, ci sarà l’inaugurazione dei due orologi monumentali donati al Comune di Montecarotto dalla Fondazione Claudio Venanzi, in memoria di Tullio e Saverio Sartarelli, due fornai storici montecarottesi.

Il comune di Montecarotto da alcuni anni sta rivalorizzando una tradizione storica del paese, che pochi conoscono. Infatti il piccolo centro collinare, in tempi passati, poteva vantare delle botteghe artigiane di maestri orologiai, ognuno allievo del precedente, che hanno costruito orologi da torre meccanici per circa 100 anni, orientativamente dal 1827 al 1930. Questi orologi meccanici sono stati dismessi all’avvento di quelli elettrici o elettronici, molto meno onerosi in fatto di manutenzione. I tre artigiani montecarottesi avevano committenza in tutte le Marche, nel Lazio, in Abruzzo ed in Romagna.

Già nel 2020 il Comune di Montecarotto aveva approfondito l’argomento con un convegno, dalle cui relazioni è uscito un volume relativo alla “Scuola Orologiaia Montecarottese”.

Nel cuore del paese, ancora oggi, un meccanismo originale del 1849, fa la sua funzione di orologio pubblico. Così l’amministrazione ha deciso di utilizzare il finanziamento della Fondazione per costruire due orologi nel centro storico, come inizio di un percorso turistico sul tema dell’orologeria, chiamato: “Le vie del tempo”.

Sotto il loggiato del teatro sarà posizionato un orologio ad “hora italica”, che ci ricorda come il giorno venisse considerato nei secoli passati, con l’inizio e la fine del tramonto del sole. Nei pressi della chiesa parrocchiale verrà installato un orologio astronomico monumentale, che fornisce l’ora, il segno zodiacale, il mese e alcuni dati relativi alla luna.

Dopo l’inaugurazione alle ore 18, presso il teatro comunale, ci sarà una breve spiegazione delle opere inaugurate e, a seguire, il concerto della Banda Aurora di Poggio San Marcello e Castelplanio.

Autore

Cristiana Simoncini

Laureata in Lettere moderne, specializzata in valorizzazione e comunicazione dei beni culturali, è iscritta all’ordine dei giornalisti dal 2007 ed ha collaborato per svariate testate giornalistiche. Autrice di diversi libri di storia locale, è membro del comitato di redazione della Rivista “Quaderni storici Esini”. Attualmente lavora come operatrice di patronato.