Wednesday 21 February, 2024
HomeAttualitàManifattura Tabacchi di Chiaravalle: all’asta il ramo d’azienda

Fondata nel 1759 dai monaci cistercensi, la Manifattura Tabacchi di Chiaravalle è la più antica attività d’Europa. A giugno il ramo d’azienda – fallita nel 2017 – andrà all’asta e con essa il valore umano dei 75 dipendenti, e quello materiale fatto di strumenti e macchinari per la produzione di tabacchi e l’esperienza di 250 anni di attività.

Una storia travagliata: dalla revoca del concordato al fallimento

La vicenda risale al 2017, quando a novembre il Tribunale di Ancona ha dichiarato il fallimento della “Manifattura Italiana Tabacco Spa”. Tante le vicende che hanno reso alla MIT una vita travagliata, partita con la revoca della procedura di concordato preventivo nel 2016, che ne ha determinato appunto il fallimento. All’epoca per i commissari c’erano prelievi poco chiari e uscite non documentate, definite come “gestione disinvolta della cassa .. in sicura assenza di buona fede“. Il fallimento a quel punto è stato inevitabile.

Nel 2019 l’amministratore unico era finito nel registro degli indagati insieme alla sua compagna per bancarotto fraudolenta. Secondo la Guardia di Finanza i due avevano acquistato un terreno a Roma ed un’auto di lusso per un valore di oltre 600 mila euro, distrendo denaro dalle casse della MIT con fatture per prestazioni mai svolte emesse da un’azienda riconducibile ad entrambi.

L’attività ha continuato, negli anni, a funzionare, mentre la procedura faceva il suo corso. Dall’esercizio provvisorio fino all’affitto del ramo d’azienda all’Italian Tobacco Manufacturing Srl nel febbraio del 2019.

La vendita all’asta del ramo d’azienda

Ad un prezzo base di € 3.940.000,00 (con offerta minima di € 3.152.000,00 e rialzo minimo di € 50.000,00), il ramo d’azienda andrà all’asta il prossimo 19 giugno.

Ecco cosa potrà essere acquisito: il ramo di azienda operante nel campo della produzione, importazione, esportazione e commercializzazione di sali e di Tabacchi, con beni mobili (strumentali ed immateriali), nonché l’avviamento e i rapporti di lavoro subordinato a tempo indeterminato con i 75 dipendenti.

Il presente: arte e cultura di un’attività lunga 250 anni

Nel 2020 è stato avviato un interessante progetto per rendere accessibile all’intera cittadinanza parte di un’area storica dell’azienda, pari a 40mila mq, da destinare ad attività culturali. Nei locali storici di via Marconi anche spazio ai laboratori artigianali. Le sigaraie della Manifattura Tabacchi hanno scritto una pagina importante di storia dell’emancipazione femminile. Il chiostro dell’Abbazia di Santa Maria in Castagnola ha ospitato nel 2020 una mostra storico documentaria sulle sigaraie di Chiaravalle, portando fuori dagli Archivi di Stato di Ancona tante testimonianze ancora poco note della MIT.

Autore

Cristina Carnevali

Di professione avvocato, fondatrice di capocronaca.it. Già collaboratrice e direttore editoriale per realtà locali, vincitrice del Premio giornalistico "Giuseppe Luconi" 2020 nella sezione "quotidiani on line delle Marche", oggi guida della redazione di capocronaca.it. Appassionata di sport, ha fatto i primi servizi sul campo, per poi occuparsi a 360° dell'editoria e della comunicazione.